fbpx

Salvatore Tortora

Salvatore Tortora nasce a San Paolo Belsito in provincia di Napoli. Occhi azzurri, sguardo sincero. La moglie Lella è sua ispiratrice e collabora in team insieme ai figli Giacomo e Nadia. La passione per l’arte dolciaria lo coglie fin da piccolo, quando passa gran parte del suo tempo ad osservare la nonna mentre prepara i dolci per le ricorrenze. Grazie alla precoce stimolazione, affina un talento che lo porterà a soli 9 anni a frequentare il suo primo laboratorio di pasticceria a Casamarciano. Da quel momento il suo percorso è scritto e lo condurrà dritto nel laboratorio di Ciro Scarpato. Sarà proprio nella Pasticceria Angela, a San Sebastiano al Vesuvio, sotto la guida del Maestro che affinerà con perizia le basi della pasticceria internazionale, tra cui la Le meraviglie di Salvatore 139 decorazione con ghiaccia reale, lo studio dei lievitati, del cioccolato, delle decorazioni in zucchero tirato e soffiato.

Saranno, però, gli anni Novanta a segnare la svolta decisiva grazie all’incontro con Iginio Massari, nella Pasticceria Veneto di via Salvo D’Acquisto, a Brescia, dove si specializzerà in torte e mignon. Nel salotto del Maestro ha potuto confrontarsi con altri grandi della pasticceria, come Achille Zoia e Luigi Biasetto. La continua ricerca dell’eccellenza porta ancora oggi Salvatore Tortora all’incessante sperimentazione di nuovi sapori e alla costante cura per la selezione di materie prime di alta qualità. Oggi Salvatore Tortora lavora con Espresso Napoletano ed è l’autore delle meraviglie che state per assaggiare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi